14 set 2012

Come i videogames possono insegnarci a rispettare l'ambiente

I videogiochi hanno fatto molta strada da Pac-man e Pinball, ed hanno sempre cercado di simulare di più la realtà. Negli ultimi anni si stanno diffondendo sempre più quei videogames che consentono ai giocatori di costruire economie e città; questo genere di giochi non è solo il solito passatempo, ma è anche un interessante e potente strumento per l'insegnamento, l'istruzione e la comunicazione.

Il gioco da cui è iniziato tutto è SimCity e rimane il migliore nel suo genere, anche dal punto di vista ecologico.


Negli anni è migliorato sempre più e tra pochi mesi uscirà il nuovo SimCity!
La costruzione simulata della città, sin dal lontano 1989, anno di uscita della prima edizione, ha avuto sempre più un'occhio al problema dell'inquinamento e allo sfruttamento delle risorse.

La serie "SimCity" porta i giocatori ad organizzare una rete urbana con una popolazione in crescita, richiedendo loro particolare attenzione allo sviluppo, alle questioni ambientali e all'economia.
Oltre a queste caratteristiche nel gioco siamo seguiti da alcuni assessori che ci danno dei consigli e ci aiutano nelle decisioni, anche per questo è il titolo di maggior successo (a mio avviso), grazie a un pizzico di umanità!

Ovviamente ci sono altri giochi di questo genere ma l'impatto non è lo stesso; faccio l'esempio di Cities XL, un gioco su cui mi sono applicato molto ma che dopo alcune ore di gioco, passa il divertimento perchè manca una reale interazione con gli abitanti o con persone virtuali, sono solo statistiche e grafici da dover tenere d'occhio per lo sviluppo.

Ovviamente non sto qui a spiegarvi le differenze di questi 2 titoli anche perchè sono entrambi eccellenti, ma c'è da fare un ragionamento... su il successo di SimCity si basa sullo sviluppo di metropoli e la crescità demografica ed economica, se non si ascoltano gli assessori e i cittadini il numero di persone non aumenta e si può solo sognare i grattacieli, invece se si clicca sulle persone e si ordinano tutte le vie di comucazione, mezzi pubblici e quant'altro, c'è una crescita maggiore e una qualità della vita migliore; invece su Cities XL oltre a vedere le statistiche non c'è bisogno di accontentare nessuno, come viene gestito il nostro paese, le nostre regioni e le nostre città secondo voi?
Noi siamo numeri, percentuali da far diventari verdi e non rossi, non importa costruire discariche in piena città ammalando tantissime persone se il budget aumenta, sono numeri.
Ci troviamo in città senza reali piani urbanistici, senza nessuno che ha organizzato come si deve le zone abitative, commerciali e ricettive, oltre a quelle industriali.
A mio parere se si mettesse un ragazzo con delle ore di gioco di SimCity, avrebbe più a cuore la propria città di altri che mostrano interesse per avere dei voti, basta poco per far stare bene le persone, perchè allora le città sono brutte?...

Questi sono i dilemmi della vita... quei dilemmi che più ci pensi e più non te ne capaciti di come sia impossibile il cambiamento... spesso la soluzione più ovvia e giusta non viene presa pur di avere un profitto...
E vabè :-) Speriamo di sistemare presto la nostra società :-)