11 set 2012

Ghost Cities

Ghost cities, così si chiamano quelle città o quei Paesi che vengono abbandonati a causa di eventi naturali, come colate laviche, alluvioni, terremoti o perché la principale o l'unica fonte di reddito e di lavoro scompare. Sono famose le ghost cities del far west americano o quelle dell'entro terra australiane, ricche di un particolare fascino, ma anche in Italia ce ne sono molte e alcune amministrazioni e alcuni privati si stanno attivando per salvarle o, addirittura, ridare loro nuova vita.

Per il recupero, possono essere considerati degli specifici strumenti finanziari, come società di trasformazione urbana o fondi immobiliari, appositamente creati per la loro riqualificazione. L'importante è però che ci sia l'appoggio e l'aiuto da parte delle amministrazioni locali. Talvolta accade che tratti di costa siano occupati da aree smilitarizzate e restino immobili per vari interessi politici locali o che aree potenzialmente riqualificabili, magari a ridosso di aree cittadine, restino in stato di abbandono. In realtà, ci sarebbe un fiorente mercato immobiliare interessato ad operazioni immobiliari per la realizzazione di strutture turistiche, SPA, centri congressi, residence e periodicamente vengono organizzati degli show room in cui i rappresentanti di ogni Paese mostrano le bellezze in vendita. Questi eventi vengono organizzati in vari momenti dell'anno a Mosca, LosAngeles, New York, Miami, Londra e Shaghai.

Speriamo di vedere qualche manovra del governo che incentivi la riqualificazione di questi botghi :-)