29 set 2012

Stampanti ecologiche: come risparmiare carta ed energia

Pur essendo passati in un mondo altamente digitalizzato, non siamo stati in grado di eliminare del tutto l’utilizzo di materiale stampato e quindi di stampanti. Passando da una tecnologia all’altra, le stampanti si sono evolute nel corso degli anni. Oggi abbiamo molti tipi di stampanti, ciascuna diversa dall’altra, sia nelle loro finalità che nelle dimensioni, velocità e qualità. Ogni stampante soddisfa i bisogni di un particolare settore ed è quasi indispensabile al giorno d’oggi. Un elemento spesso trascurato riguarda il fatto che le stampanti possono essere una fonte di inquinamento ambientale perché consumano enormi quantità di carta ed energia. Per contrastare questo fenomeno, sono state introdotte stampanti ecologiche a risparmio energetico. Tuttavia, fino ad oggi, queste non sono state adottate in così grandi quantità da fare la differenza.

1) L’idea Eco Printer
Questa stampante è progettata per utilizzare un inchiostro speciale che si compone di materiali fotografici che scompaiono se esposti ai raggi UV. Eco Printer è un’idea rivoluzionaria di stampante: essa utilizza un particolare tipo di inchiostro che consentirebbe di cancellare e riutilizzare le stampe già realizzate su carta. I materiali fotografici utilizzati per questo inchiostro speciale scompaiono quando esposti ai raggi ultravioletti. Il vantaggio più evidente di questa stampante è che aumenta il ciclo di vita di un documento. Lo spreco di carta derivante da errori di stampa, documenti senza importanza, dispense temporanee e copie non utilizzate, può essere ridotto drasticamente. Una volta che sono state stampate, le pagine possono essere ristampate più volte. E’ un tipo di stampante molto ecologica rispetto a quelle normali, che riduce gli sprechi di carta a partire dal primo giorno!
2) Pencil Printer (La stampante a matita)
Un’altra idea di stampante ecologica è Pencil Printer. Quasi tutti, in un determinato momento della loro vita, hanno sicuramente utilizzato pastelli e matite per scrivere o disegnare. Alcuni designer hanno utilizzato lo stesso concetto per sviluppare questa stampante d’aspetto molto simile ad una matita, che non è soltanto bella ma ha anche l’importante vantaggio di stampare utilizzando solo matite di ardesia! Le stampe che vengono fuori, quindi, possono essere cancellate e la carta può essere riutilizzata. Uno sforzo davvero encomiabile per riutilizzare la carta e ridurne quindi l’utilizzo!

3) Eco Printer Concept
Questa è una delle stampanti concettuali più insolite che abbiamo incontrato finora. Questa stampante viene incontro ai nostri sforzi per salvare le foreste e, in seguito, la carta. Progettata da Hoyoung Lee, Eco Printer Concept stampa e cancella. Si alimenta con pezzi di matite e gomme. Estrae l’inchiostro dalla grafite della matita e il materiale per cancellare dai pezzi di gomma. Questa stampante, radicalmente nuova, non solo stampa attraverso una delle sue estremità, ma ha anche un’uscita speciale per cancellare la stessa carta stampata. Ce n’è di strada da fare per la salvaguardia dell’ambiente!

4) La stampante ecologica PrePeat
Utilizzando, per la stampa, un particolare tipo di testina e di carta, la stampante Pre-peat rende l’acquisto di stampanti da consumo un’abitudine del passato. La combinazione di testina termica e carta sensibile al calore, utilizzate in questa stampante, assicura la possibilità di stampare più e più volte sulla stessa carta, anche senza l’uso di inchiostro. La stampante, tuttavia, sta ancora fronteggiando un notevole blocco per gli altissimi prezzi, che la manterranno fuori dalla portata del grande pubblico per un bel po’ di tempo. Troverà impiego per lo più in organizzazioni di grandi dimensioni che fanno molte stampe e ristampe. Attualmente è arrivata a costare 400 euro.



I vantaggi derivati dall’uso di stampanti ecologiche, sono una miriade. L’impatto del consumo di stampanti, che si ritiene sia il più grande sull’ambiente, è ridotto in larga misura. Se si parla di inchiostro, mentre le stampanti tradizionali utilizzano inchiostri a base di petrolio, che sono dannosi per l’ambiente e richiedono uno smaltimento sicuro, le stampanti ecologiche assicurano di utilizzare inchiostri naturali come quelli a base di soia (o altri vegetali), che possono essere biodegradabili. Inoltre, la carta utilizzata è creata con rifiuti vegetali, non più dalle piante, per salvare gli alberi. Alcune stampanti usano anche tecniche di stampa per carta riutilizzabile, come l’inchiostro cancellabile o le tecniche di stampa termica.

Le impronte al carbonio, le emissioni di CO2 e altri impatti negativi delle industrie sull’ambiente, che troviamo sui titoli di giornali ogni giorno, rendono tutti più sensibili all’utilizzo del maggior numero possibile di pratiche ecosostenibili. Una delle aree di impatto più grande e ingegnosa è l’uso di stampanti ecologiche. Porta a risparmiare sui costi della carta e tiene sotto controllo gli effetti dannosi di inchiostri a base di petrolio. Si dovrebbe iniziare al più presto ad utilizzare queste tecnologie, perché la tutela dell’ambiente è una nostra responsabilità.